turismo valle camonica

La Valle Camonica è nota in tutto il mondo per la straordinaria ricchezza e varietà di incisioni rupestri, inserite nel 1979, quale primo sito italiano, nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Essa rappresenta un luogo di fascino e suggestione davvero unico, in cui l’Uomo e l’ambiente hanno interagito fin dalla Preistoria, caratterizzandola come “La Valle dei Segni”.
Il patrimonio del sito UNESCO n.94 “Arte Rupestre della Valle Camonica” è distribuito lungo l’intera Valle, con oltre 180 località sparse su 24 comuni, e attraversa più di 12 mila anni di storia. Riveste un’importanza fondamentale non solo per la quantità di soggetti incisi e per l’evoluzione cronologica, ma anche per lo stretto legame che le incisioni hanno con la storia dell’Uomo: scoprire e conoscere l’arte rupestre camuna permette di compiere un viaggio unico e indimenticabile nella preistoria e protostoria europea per giungere, attraverso le incisioni di età storica (romana, medievale e moderna), sino alle soglie del XX secolo. 

Attualmente i parchi in cui si possono ammirare le incisioni rupestri sono otto, ma il loro numero è destinato a crescere, non solo per la ricchezza di testimonianze archeologiche presenti in altre aree della Valle Camonica ma anche per l’impegno degli Enti Locali, consapevoli che la valorizzazione delle patrimonio culturale del territorio costituisca una importante prospettiva di sviluppo socio-economico.

Percorrendo i parchi archeologici della Valle Camonica è possibile ammirare cacciatori, guerrieri e contadini, carri ed aratri, cavalli, buoi, cervi, uccelli acquatici e cani, capanne e torri medioevali,…..Molti sono i simboli incisi e le teorie che li riguardano!
Il sito introduce il visitatore a questo affascinante patrimonio culturale, dove l’arte s’intreccia alla storia, alla religione e ai sentimenti dell’Uomo ma  la visita dei luoghi rappresenta una tappa fondamentale per poter vivere in prima persona questo emozionante viaggio a ritroso nel tempo.


Le Produzioni Culturali

Con Alpfoodway il patrimonio alimentare alpino si candida a bene UNESCO

Valorizzazione del Patrimonio Culturale Alpino e in particolare delle tradizioni alimentari come forti elementi identitari da salvaguardare sia attraverso la trasmissione di saperi legati a tecniche di produzione, abitudini di consumo e antiche pratiche sociali, sia attraverso la conservazione dei tipici paesaggi produttivi alpini. È l'obiettivo del progetto 'AlpFoodway', approvato dalla giunta regionale su proposta dell'assessore alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini di concerto con Ugo Parolo, sottosegretario ai rapporti con il Consiglio regionale, alle politiche per la Montagna, alla Macroregione Alpina (EUSALP), ai Quattro Motori per l' Europa e alla programmazione negoziata e con l'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava.

 

BUDGET DI 2,5 MILIONI DI EURO - 'AlpFoodway' si colloca nell'ambito del Programma Interreg AlpineSpace di cui Regione Lombardia e Polo Poschiavo sono capofila. Il progetto, che propone un approccio interdisciplinare, transnazionale e partecipativo al Patrimonio Culturale Alimentare Alpino, conta 14 partner e 39 osservatori in 6 paesi alpini, dispone di un budget di circa 2.500.000 euro ed avrà una durata di tre anni.

----------------------

Ecco di seguito il testo integrale del progetto:

SUBSIDY CONTRACT FOR THE PROJECT
"ALPFOODWAY - A CROSS DISCIPLINARY, TRANSNATIONAL AND PARTICIPATIVE APPROACH TO ALPINE FOOD CULTURAL HERITAGE


Vai alla sezione Le Produzioni culturali
alpinefoodway


mupre

Le esperienze

Servizio Civile: 12 posti disponibili nei siti culturali della Valle Camonica

Comis Società Cooperativa Sociale e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con il Comune di Capo di Ponte, il Comune di Cividate Camuno, la Comunità Montana di Valle Camonica e il Gruppo Istituzionale di Coordinamento del Sito Unesco, hanno presentato, a febbraio 2016, due progetti di Servizio Civile Nazionale nell'ambito del programma Garanzia Giovani.

 

Approvati in agosto 2016 con Decreto 566/2016 del Capo Dipartimento hanno visto l'emanazione del bando per la selezione di volontari il 30 dicembre 2016.

 

12 posti dei 110 posti disponibili a livello nazionale sono relativi ai due progetti "NEET Rimotivare partendo dalle radici. Il Sito UNESCO n.94 Arter Rupestre della Valle Camonica" e "NEET Rimotivare partendo dalle radici. Archeologia Romana in Valle Camonica".

 

Le candidature devono essere presentate entro il 10 febbraio 2017.

----------------------------------------------

 

Bando di selezione per complessivi 1.050 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia nel Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

 

In data 30 dicembre 2016 è stato pubblicato sul sito istituzionale del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale il Bando Progetti autofinanziati 2016 per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale della durata di un anno.

 

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha accreditato 320musei, biblioteche, archivi e sedi per la tutela e valorizzazione all'Albo Nazionale come sedi di svolgimento del Servizio Civile Nazionale e collabora con l'Ufficio per il Servizio Civile Nazionale per promuovere questa scelta tra i cittadini, organizzando momenti informativi dedicati.

 

Il Servizio Civile Nazionale, organizzato e gestito dall'Ufficio per il Servizio Civile Nazionale del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato istituito con la legge 64 del 2001 ed offre un'opportunità di crescita personale attraverso l'impegno attivo nei settori sociali, dell'ambiente, della cultura e dell'educazione per i giovani di ambo i sessi, di età compresa tra 18 e 28 anni. Per saperne di più visita il sito www.serviziocivile.gov.it

 

In Lombardia i posti messi a bando nei musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche sono 101 reperibili sulla pagina:
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_877953859.html

e riassunti nel prospetto riportato a seguito.

 

Il termine per la presentazione della domanda è il  10 Febbraio 2017  alle ore 14:00

 

REQUISITI
Possono presentare domanda tutti i cittadini senza distinzione di sesso che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno d'età alla data di presentazione della domanda e che siano in possesso dei seguenti requisiti:

· cittadini italiani

· cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea;

· cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;

· non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
Non possono presentare domanda i giovani che:

· Abbiano già prestano  servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero per l’attuazione del Programma europeo Garanzia Giovani; · abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

 

Si ricorda che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel presente bando, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni.

 

Domande di partecipazione

Le domande di partecipazione alla selezione dei volontari di Servizio Civile Nazionale devono essere presentateesclusivamente on line compilando l’apposito modulo informatico disponibile sulla pagina

https://www.mibact-online.beniculturali.it/web/servizio-civile

Il termine per la presentazione della domanda è il  10 Febbraio 2017  alle ore 14:00

La data e l’ora dell’acquisizione via internet della domanda sono comprovate da apposita ricevuta elettronica rilasciata dal sistema al termine della procedura on line. Alla domanda i candidati dovranno allegare, sempre mediante il suddetto format elettronico: il proprio curriculum vitae in formato europeo, datato e sottoscritto dal quale risultino tutti i titoli, corsi, tirocini, precedenti esperienze, altre conoscenze e professionalità utili ai fini dell’attribuzione del punteggio da parte del Ministero sopracitato; la dichiarazione  sostitutiva di certificazione resa ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000  datata e sottoscritta dalla quale risulti che quanto dichiarato sia nella domanda che nel predetto curriculum corrisponde al vero; copia del documento di identità in corso di validità. Tutti i documenti dovranno essere inviati in formato pdf.

 

Documentazione da presentare ed allegare nella domanda compilata on line:
Domanda  mediante la compilazione dell’apposito modulo informatico
Curriculum vitae in formato europeo datato e sottoscritto
Dichiarazione sostitutiva di certificazione datata e sottoscritta
Copia del  documento di identità in corso di validità
Le domande trasmesse con modalità diverse da quelle indicate all’Art. 4 del Bando non saranno prese in considerazione.

 

 


Vai alla sezione Esperienze di visita

I Parchi

I parchi

Arte rupestre
della Valle Camonica

Gli interventi di valorizzazione, condotti in collaborazione con gli Enti territoriali, si sono concretizzati nella creazione di otto parchi d’arte rupestre, distribuiti dalla Bassa all’Alta Valle. Al Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Capo di Ponte, istituito nel 1955 (primo parco archeologico italiano), si sono affiancati negli anni il Parco Comunale di Luine, a Darfo-Boario Terme, istituito alla metà degli anni ’70 ed oggi compreso nel Parco di Interesse Sovraccomunale del Lago Moro, la Riserva Regionale delle Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo, istituita nel 1988, il Parco Archeologico Nazionale dei Massi di Cemmo ed il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina a Capo di Ponte e il Parco Archeologico di Asinino-Anvòia ad Ossimo, tutti aperti nel 2005; recenti interventi di valorizzazione sono stati realizzati al Parco Comunale Archeologico e Minerario di Sellero e al Parco pluritematico “Còren de le Fate” di Sonico (2007).
Si tratta di una vera e propria rete di Parchi che interessa l’intera Valle. Non resta quindi che augurare a tutti: buona visita!

Vai alla sezione Parchi

Il museo

Scoprendo il Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica

Il Sito Unesco n. 94 si arricchisce di una nuova struttura: il Museo Nazionale della Preistoria (MuPre), aperto il 10 maggio a Capo di Ponte. Il MuPre occupa i locali della restaurata settecentesca Villa Agostani, un tempo sede vescovile e seminario. Due i piani espositivi, per un totale di 1.319 metri quadrati. Con l’inaugurazione del MuPre la Soprintendenza per i Beni archeologici della Lombardia completa il Polo Nazionale della Preistoria e Protostoria della Valle Camonica, un vasto territorio che  comprende il Parco Nazionale delle incisioni rupestri in località Naquane e quello Archeologico del Massi di Cemmo. La Valle Camonica, grazie alla rete di parchi e siti d’arte rupestre, di aree archeologiche, di musei e percorsi gestiti da Stato, Regioni e Comuni, è un valido esempio di sistema culturale integrato, tra natura, cultura e storia del territorio.

Vai alla sezione Museo
Museo
Organizzare la visita

Organizzare la visita

Organizza una visita

Otto sono i parchi d’arte rupestre ad oggi visitabili (2014), situati lungo tutta la Valle Camonica con caratteristiche naturalistiche e paesaggistiche molto diverse tra loro. Le pagine dedicate alle diverse aree all’interno di questo sito web permetteranno al visitatore di scegliere il parco più adatto ai diversi interessi e esigenze: alcuni parchi presentano percorsi più pianeggianti e attrezzati, altri sono percorribili attraverso sentieri di montagna; la vegetazione varia a seconda dell’altitudine e del versante; anche le incisioni presentano a volte temi e simbologie differenti, dipendenti dalla cronologia o da specifiche tradizioni culturali.

Vai alla sezione Visite